Ricetta: Kimchi a modo mio

28/10/2019

Autore: Giorgia Marchesi

Oggi pubblichiamo una ricetta della tradizione coreana.

Il Kimchi è un piatto fermentato e, come tale, molto ricco di fermenti probiotici, in particolare di lactobacilli.

Questa ricetta contiene delle modifiche per le quali ho optato, secondo il mio gusto, nel corso degli anni. E' una ricetta alla quale sono molto affezionata, perchè oltre ai batteri "buoni" contiene anche tante fibre e sostanze prebiotiche.

Se siete amanti dei gusti forti in cucina questa preparazione fa al caso vostro, se invece amate i sapori più delicati siate semplicemente moderati con le spezie e sentirete che buon gusto!

Buon divertimento.

 

COSA OCCORRE:

o    1 cavolo cinese

o    1 Daikon

o    3/4 cipollotti, in alternativa cipolla o porro

o    3 carote

o    1 mela (facoltativa)

o    1 aglio 

o    1 cucchiaio di zenzero tritato

o    120 grammi di peperoncino fresco oppure in polvere

o    5/6 acciughe, ma se siete vegetariani  potete usare della salsa di soia.

o    1/2 tazza di sale grosso


Sinceramente io abbondo sulle spezie, mi piacciono tanto!! E sono anche dei buoni conservanti per la preparazione, ma le quantità sono libere.


COME PROCEDERE

1.       Tagliate il cavolo in quadratini di circa 2 cm, sciacquatelo e mettetelo un recipiente con acqua e mezza tazza di sale. Lasciate riposare per 2 ore: questo renderà il cavolo meno duro e meno amaro. Poi scolatelo, sciacquatelo, e mettetelo in un recipiente con il resto delle verdure. Di solito taglio le carote a filini e il Daikon e la mela a cubetti, aggiungo le acciughe a pezzetti o sbriciolate. Nel formato del taglio siate creativi.

      Mettete il sale e massaggiate i vegetali, fino a che non abbiamo fatto fuoriuscire il loro liquido.

2.     Aggiungere le spezie tagliate con il coltello in piccoli pezzetti (peperoncino, aglio, zenzero)

Inserire il tutto in un vaso e lasciare fermentare con un peso sopra, in modo che la preparazione sia del tutto immersa nel liquido. Un buona temperatura per la conservazione è tra i 10 e i 15 gradi e durante i periodi invernali è possibile lasciare il kimchi fuori all’aperto in contenitori sigillati, evitate la luce diretta.

Dopo qualche giorno potete fare un assaggio per verificare che la fementazione sia di vostro gusto, se la volete rallentare allora conconservate il vaso in frigoriferifero, altrimenti lo potete lasciare a temperatura ambiente fino a che non avete scelto il vostro gradito grado di fermentazione.

Che gioia il nostro Kimchi è fatto... spero non crei dipendenze! 


Photo by Webvilla on Unsplash