MASTOPATIA FIBROCISTICA

02/09/2019

Autore: Marcello Montorsi

LA MASTOPATIA FIBROCISTICA


 


La Mastopatia Fibrocistica una malattia  del seno, caratterizzata dalla presenza di dolore, cisti e noduli. Piccoli noduli sono normalmente presenti nel tessuto mammario, dovuti alle fluttuazioni ormonali a cui l'organo sottoposto ad ogni ciclo mestruale. Il loro ingrandimento, associato alla presenza di cisti, provoca la malattia. Lo sviluppo della mastopatia fibrocistica é correlato all'attività endocrina dell'ovaio: la malattia infatti tende a ridursi dopo la menopausa. Si presuppone che esista anche una certa predisposizione congenita della ghiandola. La condizione é assolutamente benigna ed estremamente diffusa. Può tuttavia provocare quadri di infiammazione molto acuta, con dolore imortante.
La diagnosi viene effettuata dal medico tramite palpazione del seno.  Per una conferma definitiva  occorre effettuare un'ecografia ed eventualmente una mammografia. In casi difficili e sospetti viene eseguita l'agobiopsia.


UN CASO DI MASTOPATIA FIBROCISTICA RIACUTIZZATA

 


La signora M.C., 36 anni, soffre di mastopatia fibrocistica.  Mi telefona chiedendomi una visita urgente perchaccusa da alcuni giorni un forte dolore  all'ascella e al seno destro, che , all'esordio, si accentua durante la notte. Poi  il dolore, di tipo trafittivo, diventa costante. Mi riferisce che all'autopalpazione ha avvertito  ?ualcosa di grosso nel seno  E' ovviamente molto preoccupata
La vedo il giorno successivo.
Il dolore accentuato dal movimento e il seno estremamente dolente al tatto, come contuso.
Si apprezza obiettivamente una tumefazione dolente, mobile, molto calda.

Prescrivo, in base ai sintomi presenti:
Croton tiglium 30 ch  
10 gocce da assumere diluite in acqua ad intervalli di 2 ore. Consiglio inoltre cataplasmi di argilla verde.
Dopo 12 ore la paziente riporta la scomparsa del gonfiore e un netto miglioramento dei sintomi dolorosi. La mammografia dopo 4 gg rivela una piccola cisti infiammata in via di risoluzione.

 


CONSIGLI NUTRIZIONALI PER CHI SOFFRE DI MASTOPATIA FIBROCISTICA


Chi soffre di mastopatia fibrocistica dovrebbe evitare, o consumare molto raramente, bevande contenenti caffeina, the e cioccolato. Diversi studi dimostrano infatti un legame tra il consumo di Xantine (teina, caffeina, teobromina etc..) e lo sviluppo di questa condizione. Inoltre sono sconsigliate le proteine animali in genere e i latticini in particolare. Quindi bene ridurre il consumo di carne, pesce,  latte e derivati. Ne consegue che un regime alimentare prevalentemente vegetariano ( e quindi ricco in fitoestrogeni)  risulta indicato per chi affetto da mastopatia fibrocistica.


NOTA BENE: IL RIMEDIO PRESCRITTO NEL CASO SOPRAINDICATO E' DEL TUTTO PERSONALE E SPECIFICO, SCELTO DOPO ACCURATO COLLOQUIO CON IL PAZIENTE E NON MECCANICAMENTE SULLA BASE DELLA DIAGNOSI CLINICA O DEI SOLI SINTOMI FISICI.
PERTANTO NON SI PUO' APPLICARE IN ALTRI CASI, ANCHE SE SIMILI, SENZA UN PARERE MEDICO COMPETENTE.


Photo by Samuel Zeller on Unsplash

Tags