Alimenti utili per una buona flora batterica

16/10/2019

Autore: Marcello Montorsi

ALIMENTI  UTILI PER LA BUONA FLORA BATTERICA



Oggi giorno la ricerca sta approfondendo tantissimi aspetti dell'intestino e le ripercussioni che la sua buona funzionalità ha sulla salute di tutto l'organismo.

Le funzioni del colon sono estremamente complesse e poterlo studiare così da vicino attraverso la nostra esperienza con l'idrocolonterapia è un emozionante viaggio "ecologico" nella vita della microflora intestinale.

La nostra dieta influenza in modo significativo la flora batterica. Fondamentali per conservare e promuovere una buona salute intestinale sono gli alimenti colici, che contengono cioè un ingrediente che non subisce modifiche significative durante il transito attraverso l'intestino tenue, ma raggiunge il colon dove questi preziosi alimenti vengono utilizzati dai batteri residenti. Ciò determina la produzione di metaboliti che partecipano ai processi fisiologici e biochimici in modo benefico.

La fibra alimentare è il più noto degli "alimenti colici" ed è divisa in fibra solubile e insolubile.

Le fibre solubili comprendono: pectina, gomma di guar, glucano B e psillio e provocano riduzioni modeste dei lipidi nel sangue, che influiscono sulle frazioni di colesterolo totale e LDL.

Le fibre insolubili (cellulosa e lignina) sono le principali responsabili della formazione della massa fecale. Le fibre alimentari possono svolgere un ruolo protettivo nella malattia diverticolare e nel carcinoma del colon-retto.

Altri alimenti funzionali sono i fruttani e l'amido resistente (es. patate lessate e lasciate raffreddare) che, nei modelli animali, influenzano le frazioni ricche di trigliceridi.

 

Un nuovo e potenzialmente importante approccio alla prevenzione e alla terapia delle malattie del colon riguarda l'impiego di prebiotici e probiotici.

L'approccio probiotico prevede l'assunzione di microrganismi vitali nel tratto gastrointestinale, mentre i prebiotici migliorano alcuni componenti della flora esistente e fungono da supporto nutritivo per il suo corretto mantenimento.

probiotici hanno dimostrato di essere particolarmente utili nella prevenzione e nel trattamento delle infezioni da rotavirus, malassorbimento del lattosio e allergia alimentare.

I benefici dei prebiotici comprendono: riduzione dell'obesità, miglioramento del controllo del diabete non insulino-dipendente, riduzione del rischio di malattie cardiovascolari aterosclerotiche e profilassi della gastroenterite acuta.

Nella nostra dieta dovremmo includere alimenti prebiotici come aglio, cipolle, asparagi, cicoria, dente di leone, carciofi, semi di soia, porri, topinambur, grano, banane, oltre a cereali integrali e alimenti fermentati.


Per ottimizzare l'effetto preventivo e curativo di prebiotici e probiotici consigliamo di agire mediante una fase di stimolazione funzionale e depurazione del colon mediante idrocolonterapia,, da eseguire prima di introdurre un cambiamento di dieta o un'assunzione di integratori. Ciò consentirà di ricolonizzare il colon in modo più efficace, aiutando quindi un più rapido recupero di una condizione naturale e sana del nostro organismo.


fonte bibliografica Microbiota colico, nutrizione e salute. A cura di G Gibson, M B. Roberfroid

Photo by Brooke Lark on Unsplash